Segnalazioni – Whistleblowing

logo
1_app_anticorruzione
2_schemi_tipo
3_seminari
4_sportello_online
Segnalazioni - Whistleblowing

La Legge n.179, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.291 del 14/12/17, recante “Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato” recepisce le indicazioni ANAC finalizzate a rendere efficace l’istituto del “whistleblowing” nell’ambito dell’aggiornamento dei Piani triennali per la Prevenzione della Corruzione.

L’istituto del Whistleblowing mira a tutelare il dipendente che segnala illeciti, il quale si vede garantite riservatezza e tutele in caso di sanzioni, demansionamenti, licenziamenti o trasferimenti (per approfondire si veda la News del 18/12/17, disponibile nella relativa sezione).

Qui la sezione ANAC dedicata al Whistleblowing

SPORTELLO ANTICORRUZIONE fornisce gli schemi di:

– Segnalazione Whistleblowing

– Procedura di segnalazione

N.B. La procedura va istituita dal RPCT e pubblicata sul sito dell’Ente, sezione Amministrazione Trasparente_ altri contenuti_corruzione e deve presentare quale elemento fondamentale la creazione di un canale attraverso il quale poter inviare le segnalazioni (ad esempio una PEC dedicata esclusivamente alla ricezione delle segnalazioni e il cui accesso è riservato al solo RPCT).

Qui il modulo di richiesta gratuita della PEC dedicata con sintassi a scelta, ad es.: nomecomune.NOIPERLATRASPARENZA@asmepec.it

– Delibera di giunta per approvazione procedura Whistleblowing (N.B. la Delibera di Giunta è facoltativa e non obbligatoria).

Si segnala inoltre che lo schema del PTPCT 2018-2020, presente nella sezione PTPCT, è già aggiornato alla tutela del whistleblowing.

Tutti i servizi della Community SPORTELLO ANTICORRUZIONE sono gratuiti per gli enti associati ASMEL.

Per l’attivazione dei servizi vai alla sezione Come Aderire

Per informazioni vai alla sezione Contatti